Collegamenti sponsorizzati

Dispositivi protezione

Dispositivi di protezione collettiva e individuale

Dispositivi di protezione collettiva e individuale
Collegamenti sponsorizzati
I Dispositivi di Protezione si distinguono in collettivi e individuali, questi ultimi si utilizzano quando non si possono eliminare completamente i rischi presenti nei luoghi di lavoro e in questi casi devono essere indossati dai lavoratori. Descrizione di questi “dispositivi protezione” e indicazione di link di alcune aziende che si occupano della produzione e vendita dei dispositivi protezione collettiva e individuale.
Dispositivi protezione: Obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori
Il datore di lavoro dopo aver valutato i rischi e aver preso le debite misure di prevenzione e di protezione collettiva anche tramite DPC "dispositivi di protezione collettiva"  (ovvero prodotti o attrezzature che hanno la funzione di salvaguardare tutte le persone presenti nei luoghi di lavoro da rischi per la salute e la sicurezza), se sono presenti rischi residuali, ha l'obbligo di abbatterli o ridurli con l’utilizzo dei DPI "dispositivi di protezione individuale" (prodotti o attrezzature che hanno la funzione di salvaguardare la persona che li indossa o comunque li tiene con se per proteggersi dai rischi per la salute e la sicurezza) e che deve far indossare ai lavoratori. I Dispositivi di Protezione Individuale vengono definiti all’art.74, comma 1 del D.lgs.81/08: “qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo”. La scelta dell'utilizzo dei dispositivi di protezione collettiva e/o dei dispositivi di protezione individuale è in capo al datore di lavoro che è responsabile nella scelta di tali dispositivi che devono essere adeguati alle esigenze riscontrate nella valutazione dei rischi. Il lavoratore ha l'obbligo di indossare i dpi soltanto per le operazioni in cui sono previsti e deve averne cura senza modificarli; inoltre ha il dovere di segnalare eventuali anormalità o difetti riscontrati. Per alcuni tipi di dpi, in particolare per quelli di III categoria, il lavoratore deve svolgere appositi corsi di formazione e addestramento. I DPI si dividono in tre gruppi di categorie, in funzione del tipo di rischio:
⇒ "I categoria" - rischio lieve - autocertificato dal produttore;
⇒ "II categoria" - rischio significativo per occhi, mani, braccia, viso - prototipo certificato da un organismo di controllo autorizzato e notificato;
⇒ "III categoria" - rischio elevato - comprende tutti i DPI per le vie respiratorie e protezione dagli agenti chimici aggressivi - prototipo certificato da un organismo di controllo autorizzato e notificato, inoltre è soggetto al controllo della produzione.

Dispositivi protezione
: Aziende che li producono e li commercializzano
Segnaliamo i siti di alcune imprese operanti nel settore della sicurezza sul lavoro che trattano i dispositivi di protezione e che sono di rilievo a livello nazionale. Siderlavori di Livorno si occupa in particolare della vendita dei dispositivi di protezione individuale anticaduta per la protezione dei lavoratori che operano in quota. La Canevari Gruop di Pavia offre tutta la gamma di prodotti antinfortunistica; propone articoli di protezione individuale per ogni attività lavorativa, all’interno della home page dell’azienda sono posizionate immagini rappresentative dei prodotti, per esempio entrando nella sezione occhiali si aprono le tipologie: occhiali per saldature, maschere antincendio. A Roma la IMA offre una ampia gamma di prodotti per l'antinfortunistica e la sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro, garantendo contemporaneamente anche un servizio di consulenza per l'individuazione e l'acquisto del prodotto giusto per ogni situazione di rischio; tra la gamma di prodotti ci sono: protezione arti inferiori, protezione arti superiori, protezione vie respiratorie, protezione occhi/viso. La Repar2 di Gallarate, disegna e produce protezioni antinfortunistiche per l'officina meccanica per torni, protezione per fresatrici, protezione per seghetto, protezione per rettifica universale e tangenziale, protezione per trapani protezione per molatrici, protezione per presse, protezione per stozzatrici, sistemi di protezione e barriere modulari divisorie in acciaio, composizioni multisimbolo. Safetyitalia di Milano nella sezione dispositivi protezione si occupa in maniera completa e puntuale della materia con argomentazioni chiare. 100Strappi è a Bergamo e presenta il nuovo catalogo per trovare i dispositivi protezione individuale con capi giusti per lavorare in comodità e sicurezza. Igiene e Ambiente con sede a Roma ha in catalogo una completa gamma di dispositivi di protezione individuale. Infine nella sezione Aziende di questo portale potete trovare i link di numerose imprese presenti su tutto il territorio nazionale (selezionate per regione e provincia) che si occupano dei dispositivi di protezione sia collettivi che individuali.

Dispositivi protezione
collettiva: Priorità di utilizzo                                                                                                                  
♦ L'utilizzo dei dispositivi protezione collettiva viene considerato prioritario rispetto all'adozione dei dispositivi di protezione individuale dal D.Lgs.81/08 che all'articolo 75 dispone che I DPI devono essere impiegati quando i rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti da misure tecniche di prevenzione, da "mezzi di protezione collettiva", da misure, metodi o procedimenti di riorganizzazione del lavoro. Inoltre l’articolo 111 sottolinea che il datore di lavoro nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche adeguate a partire da un luogo adatto allo scopo, sceglie le attrezzature di lavoro più idonee a garantire e mantenere condizioni di lavoro sicure, in conformità ai seguenti criteri:
a) priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale (omissis)
♦ Diversamente dai DPI, per i DPC non è presente una direttiva di prodotto alla quale far riferimento e per questo è impossibile riportare su di essi la marcatura CE; è quindi possibile applicare il D.Lgs 06/05, n. 206 (Codice del consumo) parte IV, titolo I - Sicurezza dei prodotti. Per questo quando non siano presenti le direttive di prodotto le norme tecniche hanno un valore ancora più evidente perché, di fatto, rappresentano il solo mezzo a cui il fabbricante può far riferimento. A tale proposito il DLgs 81/08 all'art.111 non definisce i DPC ma li menziona, anche se soltanto per quel che attiene ai soli lavori in quota.

Dispositivi di protezione: Nuova normativa europea
La Legge 25 ottobre 2017 n.163 delega il Governo al recepimento di diverse direttive comunitarie, tra cui alcune riguardanti sicurezza sul lavoro e antincendio. Una delle normative più rilevanti in materia di sicurezza è il Regolamento europeo sui DPI. La Legge entra in vigore il 21 novembre ed il Governo italiano avrà a disposizione un anno per adottare le necessarie misure per l’adeguamento della normativa nazionale a quella comunitaria.


Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Software dvr

Un Software DVR è molto utile come supporto per la valutazione dei rischi ...

Software sicurezza

Se cercate un "Software sicurezza" in grado di gestire le attività inerenti la ...

Software sicurezza lavoro

L'uso di un "software sicurezza lavoro" è utile nell'applicazione delle misure ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Dati societari art. 42 Legge 88/2009
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta